Oxy.gen Pavilion

Nell'Open Zone di Bresso, un Campus di ricerca sperimentale per diverse aziende farmaceutiche, Zambon ha istituito una struttura di cultura scientifica dedicata all'importanza della respirazione e della qualità dell'aria che ci circonda.

Bresso era un piccolo paese agricolo che si è trasformato negli anni Cinquanta con l'avvento dell'industria e l'arrivo di tanti immigrati. Oggi è praticamente Milano ed è stato assorbito nella maglia urbana. Il Parco Nord è un bellissimo giardino che organizza e difende le aree verdi. È tutto quello che è rimasto della campagna di tanti anni fa. Un angolo del Parco confina con Open Zone, un Campus di ricerca sperimentale per diverse aziende farmaceutiche. Qui passa il fiume Seveso che nelle vicinanze di Milano è stato quasi interamente interrato. Con le sue acque è stato possibile realizzare un laghetto e al centro del laghetto è stato costruito l'Oxy.gen Pavilion. È un piccolo padiglione in struttura leggera dedicato alla divulgazione scientifica della salute e del respiro.

Non possiamo impedire al nostro corpo di cercare l'aria. Il respiro è l'atto più essenziale del nostro sistema nervoso ed è il simbolo della vita sulla terra. Respirando esistiamo. Il respiro ci porta dentro. Sentiamo l'aria che entra e arriva ai polmoni. I polmoni si gonfiano e si sgonfiano. Se pensiamo al respiro pensiamo a noi e la nostra mente si concentra sull'esistenza. E vorremo fosse sempre migliore, per noi è per quelli dopo di noi.

C'è sempre un dentro e un fuori. Nell'uomo come negli edifici, senza un fuori non ci sarebbe un dentro. Senza i muri non ci sarebbero le case, senza i corpi non ci sarebbero le menti. Il fuori determina il dentro e il dentro il fuori. È l'architettura. La qualità degli ambienti domestici e di lavoro influenza la nostra esistenza e le nostre emozioni influenzano gli spazi nei quali viviamo. Ogni variazione è determinata da una nuova sopraggiunta immaginazione. Il corpo umano è organico e fatto di parti arrotondate. Il respiro è rotondo e arrotonda gli spigoli. Oxygen Pavillion è realizzato con una struttura leggera in metallo di forma trilobata. È rivestito con due strati di tessuto e ricoperto da una griglia in elementi metallici che consolida la struttura e la ombreggia. L'aria passa attraverso i due strati di tessuto e attutisce gli sbalzi acustici e di temperatura.All'interno una grande sala per incontri, conferenze, presentazioni, esperimenti, lezioni, proiezioni ed esposizioni.

Si arriva attraverso un ponticello che separa dal mondo caotico e stressato per arrivare dove il proprio respiro si può anche sentire. E si arriva a captare la propria mente. È un edificio solitario che si distacca da quelli vicini ed è dedicato da Zambon a chi vuole conoscere di più del mondo, degli altri e di sé stesso.

(Michele De Lucchi, 2014)

Luogo e Dimensioni

Oxy.gen Zambon

150 m2

Cliente

Zambon s.p.a.

Cronologia

Progettazione: 2009 - 2014

Realizzazione: 2014

Stai cercando qualcosa in particolare? Parliamone :)